Navigation Menu+

News

CIVILTA’ ARTIFICIALE – ARTIFICIAL CULTURE

Posted by on 23:23 in News, Opere in concorso | 0 comments

CIVILTA’ ARTIFICIALE – ARTIFICIAL CULTURE

Dal 1 al 10 settembre nella sala meeting e nella veranda delle Terme Baistrocchi
102 autori per 185 disegni in mostra per il concorso del disegno a tema:

La Civiltà Artificiale.
Come sta cambiando il nostro modo di vivere!

 

I PREMI:

GOLDEN TROPHY

SILVER TROPHY

BRONZE TROPHY

5 EXCELLENCE TROPHY

SPECIAL GUEST

PREMIO “RINO MONTANARI”
riservato ad autori Italiani

CARICATURA – HUMOR PORTRAIT

Posted by on 23:18 in News, Opere in concorso | 0 comments

CARICATURA – HUMOR PORTRAIT

Dal 1 al 10 settembre nella sala meeting e nella veranda delle Terme Baistrocchi
40 autori per 95 disegni in mostra per il concorso della caricatura nel doppio tema:

 – L’Opera Lirica
 – La Musica

I PREMI:

GOLDEN LITTLE WORLD TROPHY

SILVER LITTLE WORLD TROPHY

 

PREMIO “RINO MONTANARI”
riservato ad autori Italiani

I TROFEI DELLA SECONDA EDIZIONE

Posted by on 22:51 in News, Opere in concorso | 0 comments

I TROFEI DELLA SECONDA EDIZIONE

All award-winning authors were informed.
By August 25th with a press conference we will give the names of the winners of the second edition of the World Humor Awards.

In the meantime, we present the photos of the trophies. Original sculptures, again this year, specially for the exhibition, by the sculptor Giorgio Varani.
SPECIAL GUEST

SPECIAL GUEST

 

HUMOR PORTRAIT/CARICATURA

1_2-prizes
1° e  2° Prize

 

ARTIFICIAL CULTURE, theme design

1st_prize 2_3-prizes excel-prizes
1° prize 2°  and 3° prize 5 excellence prizes

 

Awards dedicated to Rino Montanari

premi-montanari
For graphic humor

For caricature

A proposito di Intelligenza Artificiale

Posted by on 13:02 in News, Opere in concorso | 0 comments

A proposito di Intelligenza Artificiale

CITTÀ DEL VATICANO , 22 luglio, 2017 / 12:30 AM

Quando un uomo può essere definito uomo? È la domanda cruciale del futuro, e si ritrova, come in un filo rosso, in due eventi che sembrano quasi rappresentare l’uno la continuazione dell’altro: il Cortile dei Gentili, lo scorso 11 luglio, ha ospitato un dibattito su “Intelligenza artificiale: una sfida etica”; la Pontificia Accademia per la Vita, nella prima plenaria con i nuovi membri che si terrà a settembre, sceglie come tema “Accompagnare la vita: nuove responsabilità nell’era tecnologica”.

E se il secondo tema fa subito pensare alla drammatica vicenda di Charlie Gard, e il primo fa pensare al futuro degli uomini cyborg, è chiaro che la domanda resta sempre quella originaria sull’uomo. Una domanda che si ripropone sia quando la vita degli esseri umani dipende a volte dalle macchine, sia quando sono le nuove tecnologie a prendere sempre più piede nella vita.

Guardando al dibattito che si è tenuto a Palazzo Borromeo, sede dell’Ambasciata di Italia presso la Santa Sede, si può pensare che il problema riguardi solo l’incidenza dell’intelligenza artificiale nella società. Non sono mancati, nell’incontro, riferimenti alle tre regole della robotica di Isac Asimov, ai romanzi di fantascienza, alla robotica e alla domotica, che ormai ha sempre più impatto.

Il Cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e alla guida del progetto di dialogo con non credenti voluto da Benedetto XVI, ci ha tenuto a sottolineare che l’incontro voleva parlare dell’impatto dell’Intelligenza Artificiale sull’umanità dell’uomo, ricordando la nazione del “transumanesimo” per cui “l’umano non è più il risultato dell’espressione dell’uomo bensì il risultato dell’ibridazione dell’uomo con le alterità non umane”.

E questo è un tema così cruciale che sono stati centinaia, i ricercatori di tutto il mondo – incluso Stephen Hawking – a firmare la dichiarazione promossa dal Future of Life Institute che metteva in guardia dai rischi di un utilizzo incontrollato dell’Intelligenza Artificiale.

Non solo. Il passaggio verso il mondo transumano viene fatto attraverso passaggi lievi. Da notare che, di recente, è stata magnificata sui media la scelta promossa da una azienda svedese di introdurre un microchip al posto del cartellino nei suoi dipendenti.

Erano articoli densi di vago ottimismo, che si accompagnavano anche all’uscita nelle sale cinematografiche del film The Circle, che aveva con oggetto proprio il controllo di una azienda sui dipendenti.

Non va dimenticato che il verichip, ora applicato principalmente sugli animali, nasce per scopi umani, così come i tanti progetti di uomini cyborg, che nascono soprattutto per scopi bellici e poi vengono portati in campo civile.

Sono, insomma, tantissimi i temi in gioco. Se l’intelligenza Artificiale può arrivare, un giorno, a ricostruire un occhio danneggiato, quali sono le ricadute etiche se questa viene usata per implementare per scopi di guerra le funzionalità di un occhio sano?

Ma la domanda sullo sfondo resta sempre l’uomo, e la sfida etica che si propone con l’uso delle nuove tecnologie. Daniele Mancini, ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede, ha sottolineato che “la quarta rivoluzione industriale sta cambiando non solo il cosa facciamo, ma anche chi siamo. Scompagina la nostra identità in modi che sono al di là della nostra immaginazione”.

Non solo. Queste nuove tecnologie portano con sé il rischio di tecnocrazia, ovvero di una società dominata dalla possibilità tecnologica, stigmatizzata da Benedetto XVI nell’enciclica Caritas in Veritate, ma anche in moltissimi altri pronunciamenti papali.

E si arriva qui al tema che sarà discusso dalla plenaria della Pontificia Accademia per la Vita. Come evitare il rischio di tecnocrazia, ma riuscire ad accompagnare la vita? Quali sono le nuove responsabilità dell’essere umano? Sono queste le domande di oggi, che ci proiettano direttamente nel futuro.

Premio Umorismo nella Letteratura “Giovannino Guareschi”

Posted by on 23:36 in News, Umorismo in Letteratura | 0 comments

Premio Umorismo nella Letteratura “Giovannino Guareschi”

Ad Andrea Camilleri, il premio per l’Umorismo nella letteratura 2017  

premiazione_cammilleri4bisSabato 17 giugno alle ore 18,30 nel Salone di Casa Barezzi a Busseto (Parma), ospiti dell’associazione “Amici di Verdi”, si è tenuta la cerimonia di assegnazione ad Andrea Camilleri del premio per l’Umorismo nella Letteratura dedicato a Giovannino Guareschi.

Il regista e sceneggiatore Rocco Mortelliti, genero di Camilleri, ha ritirato il premio per conto dello scrittore.
Con gli interventi di Rocco Mortelliti e Mauro Novelli (professore associato, dipartimento di Scienze della Mediazione Linguistica e di Studi Interculturali dell’Università di Milano) la serata è stata l’occasione per approfondire la conoscenza di Andrea Camilleri e scoprire alcuni divertenti aneddoti sulla vita dell’autore.

schermata-2017-06-24-alle-01-38-07Non poteva mancare la lettura di alcune pagine dell’autore e Rocco Mortelliti con Daniela Stecconi hanno interpretato un vivace dialogo tratto da “La concessione del telefono”.
premiazione_cammilleri2bis
Le nipoti di Guareschi hanno consegnato il premio assegnato a Camilleri e la serata si è conclusa con una gustosa cena alla trattoria “Alle Roncole” situata accanto alla casa museo di Guareschi a Roncole Verdi (PR).

 

Andrea Camilleri, premio per l’Umorismo nella Letteratura

Posted by on 00:21 in News, Umorismo in Letteratura | 0 comments

Andrea Camilleri, premio per l’Umorismo nella Letteratura

Sabato 17 giugno alle ore 18,30 nel Salone di Casa Barezzi a Busseto (Parma)

assegnazione ad Andrea Camilleri del premio per l’Umorismo nella Letteratura

dedicato a Giovannino Guareschi .

 

Interventi del prof. Mauro Novelli dell’Università di Milano,

di Marzio Dall’Acqua, presidente MUP editore di Parma,

proiezione del video “La Magaria” con l’introduzione ed il commento

dello sceneggiatore e regista Rocco Mortelliti, genero di Camilleri che ritirerà il premio.

Umorismo nella Letteratura 2017 assegnato ad Andrea Camilleri

Posted by on 22:16 in News, Umorismo in Letteratura | 0 comments

Umorismo nella Letteratura 2017 assegnato ad Andrea Camilleri

Il premio per l’Umorismo nella letteratura intitolato a Giovannino Guareschi della seconda edizione dei World Humor Awards è  assegnato ad Andrea Camilleri.

La premiazione si terrà sabato 17 giugno a Busseto (Parma) nel salone di Casa Barezzi, sede dell’associazione “Amici di Verdi”alle ore 18,oo

E’ prevista una tavola rotonda alla quale hanno già dato la loro adesione:

Marzio Dall’Acqua, presidente MUP Editore e Giuseppe Benelli, presidente del Premio Bancarella.

Gli interventi saranno intervallati dalla lettura di pagine scelte dei romanzi di Andrea Camilleri.

ELENA OSPINA Colombia “Golden Trophy” 2016 CLIMATE CHANGE

Posted by on 02:04 in News, Opere in concorso | 0 comments

ELENA OSPINA Colombia “Golden Trophy” 2016 CLIMATE CHANGE

elena ospinaIllustratrice, pittrice e disegnatrice umorista colombiana è nata nel 1963
e ha iniziato come illustratrice per El Spectador. Ha lavorato per la creazione e l’illustrazione di innumerevoli progetti editoriali, pedagogici e pubblicitari in Co- lombia, P
uerto Rico, Argentina, Panama, Ecuador, Spagna, USA e Inghilterra e ha illustrato numerosi libri per l’infanzia.
H2OPubblica regolarmente su giornali e riviste di lingua spagnola. Membro della Federazione Mondiale di cartoonists FECO e dell’Associazione professionale illustratori di Madrid APIM, è l’unica don- na a far parte del gruppo di artisti, ma- nager e ricercatori “El Cartel de Humor”. Fa parte anche del “Creative Women and the Art of Caricature” (43 donne da 22 Paesi). I suoi lavori appaiono sul sito Cartoon Movement.
Ha partecipato a molti concorsi nazionali e internazionali di grafica umoristica e illustrazione vincendo numerosi premi e menzioni. Oltre a tenere molte mostre personali e collettive intorno al mondo, ha fatto parte di importanti giurie inter- nazionali. La rivista peruviana Artefacto ha designato Elena Ospina come la più versatile artista dell’America Latina.

 

ACHILLE SUPERBI Italia “Little World Award” 2016 1° Premio per la Caricatura

Posted by on 00:54 in News, Opere in concorso | 0 comments

ACHILLE SUPERBI Italia   “Little World Award” 2016  1° Premio per la Caricatura

achille superbiNato nel 1959 vive e lavora a Torino. Per alcuni anni ha collaborato come free-lance con agenzie
pubblicitarie ed editori. Dal 1982 lavora al Centro Produzione della Rai di Torino dove è coordinatore dell’Area grafica.
Per vari anni ha avuto uno spazio fisso settimanale come caricaturista nella trasmissione “Il processo del lunedì” e ha pubblicato centinaia di illustrazioni per campagne pubblicitarie, libri e periodici italiani e internazionali quali Sport Master, Auto- sprint, I Padroni del pallone, Ulisse 2000, Hurrà Juventus, Witty World, Guerin Sportivo, Figurine Panini, The Finest International Political Cartoon of our Time, L’Almanacco di Frate Indovino, Panorama Economy, Monthly Vision, Buduàr, etc. Ha partecipato a numerose mostre nazionali ed internazionali ricevendo molti Primi premi, tra cui nel 1992 la “Palma d’oro” al Salone di Bordighera, il “Dattero d’argento” e il “Premio Consiglio d’Europa” sempre a Bordighera, il 1° Premio per la caricatura al “World Press Cartoon” a Sintra 2007, Tolentino, Jonzac, Santa Cruz de Tenerife, Buenos Aires, Teheran, Pechino, Dolo, Forte dei Marmi e molti altri.

 

 

 

 

OLIVIER RAYNAUD, Francia, GIURIA

Posted by on 00:47 in Giuria, News | 0 comments

OLIVIER RAYNAUD, Francia, GIURIA

OR DESSIN Michael Jackson 10,5x29,7 300pxOlivier Raynaud proviene da una famiglia di giornalisti fumettisti, ha pubblicato il suo primo disegno all’età di 7 anni nella rivista Pilote.

Alcuni anni più tardi, dopo aver studiato alla École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi, Olivier Raynaud ha iniziato una carriera di fumettista giornalista e vignettista, attraverso tutta la stampa francese e internazionale.
Per esempio: La Tribune, VSD, Le Matin, Les Echos, Le Quotidien de Paris, Le Figaro, Le Monde, Le Nouvel Economiste, e Corriere della Sera in Italia e Le Soir in Belgio o il telegiornale TF1.
Olivier
Nel 1987, la galleria Varine-Gincourt dedica una mostra, Faubourg Saint-Honoré.

Ha partecipato ai più importanti festival del mondo (Montreal, Berlino, Bordighera, Gabrovo …) e mostre nel 1989 al Salon degli artisti francesi, Grand Palais.

Pur mantenendo la passione per il giornalismo, Olivier Raynaud sta gradualmente spostando verso altri settori di attività, editoria, comunicazione e pubblicità.

Nel 1999, è stato nominato Esperto giudiziaria dinanzi alla Corte d’Appello di Parigi, nella proprietà di classe letteraria e artistica come cartoni animati stampa specializzata e umorismo.

Share This

Share this post with your friends!